Hugh Hefner e la misteriosa dimora Playboy

Anche se Hugh Hefner è morto all’età di 91 anni alla fine del 2017, nessuno dimentica il personaggio che era e il suo famosissimo maniero Playboy dove ha accolto tutti i modelli Playboy e il più grandi celebrazioni dello spettacolo americano.

Advertisements
Advertisements

L’imprenditore si lascia quindi alle spalle una grande eredità: la dimora Playboy. È comunque una dimora molto misteriosa in cui sarebbero successe molte storie. Negli anni ’70, ad esempio, quando Hefner entrò in affari e decise di circondarsi di “compagni di gioco” nella sua residenza di Chicago, il suo assistente fu accusato di distribuire droga nella dimora e finì per suicidarsi. . Non ha mai voluto testimoniare contro il suo capo e ha preferito uccidersi in una stanza d’albergo per non essere coinvolta nelle sue accuse.

A seguito di questa tragedia, Hugh Hefner decide di trasferirsi a Los Angeles e trova una nuova dimora per sistemarsi con i suoi “compagni di gioco”. Il maniero diventa rapidamente un luogo di dissolutezza per tutto il popolo di Hollywood e le serate non finiscono sempre bene, né per le celebrità o per lo stato del maniero dopo ogni festa esagerata.

Il maniero era quindi il luogo in cui sarebbero avvenute storie più oscure. Nel 1974, secondo quanto riferito, Bill Crosby portò una ragazza di 15 anni nella residenza di Hefner a Los Angeles per violentarla. Trenta anni dopo, un’altra giovane donna si sveglia in una stanza nella casa padronale con Bill Crosby dopo aver perso conoscenza durante la sera. Bill Crosby fu quindi accusato di stupro e Hugh Hefner per aver aiutato Bill Crosby ad attaccare le ragazze nella sua dimora.

È un destino oscuro per questa dimora che doveva essere distrutta dopo la morte del suo proprietario, ma che alla fine rimarrà in piedi nella città di Los Angeles.

Advertisements