Androsessualità e ginesessualità: che cos’è?

Se Henry Cavill ti colpisce mentre sei un maschio eterosessuale, potresti essere “androsexual”. Andro cosa? Il termine fondamentalmente significa che sei eccitato dalla mascolinità e da ciò che ruota attorno a quell’area. Se sei più sensibile alle vibrazioni ultrafemminili a la Monica Belluci, è possibile che tu sia gynesexual, cioè una persona attratta dalla femminilità.

In poche parole, i termini “gynesexual” e “androsexual” descrivono entrambi gli orientamenti sessuali, così come “omosessuale”, “eterosessuale” o “asessuale” o “pansessuale”.

Inoltre, “una persona è androsexual se è attratta dagli uomini o dalla mascolinità. Qualcuno è ginesessuale se è attratto dalle donne o dalla femminilità “, spiega Elizabeth Boskey, dottoressa in filosofia, rinomata educatrice sessuale.

Perché non etero o gay?

A prima vista, i termini possono sembrare un po ‘ridondanti: se sei una donna attratta dalle donne, essere una ginesessuale è tecnicamente la stessa cosa che essere una lesbica. In molti casi sì. Ma per dire che sei lesbica, devi identificarti come donna.

Advertisements
Advertisements

Quindi, se non ti senti a tuo agio nell’identificarti con un particolare genere, i termini androsexuality e gynesexuality sono stati sviluppati per descrivere l’attrazione che si riferisce alla persona a cui una persona è attratta, piuttosto che al sesso della persona. la persona che dichiara la propria attrazione “, dice Boskey.

Fondamentalmente: puoi identificarti con te stesso come androsexual o gynesexual, indipendentemente dal tuo sesso e sesso.

Ad esempio, androsexual sarebbe il termine perfetto per una donna (o un uomo) che non significa che è cisgender (il genere che corrisponde al suo sesso alla nascita) o transgender, ma piuttosto che Hugh Jackman è sexy, dice Boskey. .

Questi termini sono solo per persone non binarie?

Questi sono termini per tutti! Soprattutto perché identificarti come androsexual o gynesexual può essere un modo utile per descrivere il tipo di persona da cui sei attratto, indipendentemente dalla loro identità di genere, afferma Lawrence Siegel, dottore in filosofia, terapista sessuale certificato, educatore sessuale, educatore sessuale. sessualità e direttore dell’istruzione e della formazione presso il Sage Institute for Family Development.

Una persona ginesessuale non è solo attratta da tutte le donne cisgender – può essere iper attratta da donne particolarmente femminili, non essere attratta da donne con tratti più maschili e può anche avere un debole per gli uomini androgini. con qualità molto femminili.

Allo stesso modo, “essere androsexual può significare essere attratto da uomini cisgender, ma può anche significare essere attratto da uomini transgender, donne mascoline o individui maschi non binari”, dice Boskey. È più chiaro non è vero?

Le persone usano davvero questi termini? !

Assolutamente !!! I termini androsexual e gynesexual catturano l’attrazione in un modo che non è del tutto accurato per le persone eterosessuali e gay, sono particolarmente popolari tra le persone che non sono cisgender.

In effetti, persone di genere neutro, persone di genere fluido e persino persone con un semi-genere, persone transgender; le persone non binarie se ne appropriano perché per loro questi termini rappresentano la realtà.

Anche tu puoi iniziare a usarli se esci con persone non binarie. Sarebbe un modo per convalidarli e assicurarli che li accetti e che stai cercando di capirli.

Advertisements