Una statua di sfinge egizia antica è stata scoperta per caso

L’Egitto può essere associato a tempi antichi, antichi governanti e antiche divinità, ma è un paese moderno e in espansione. Tuttavia, i lavoratori di un progetto di infrastrutture egiziane hanno dovuto interrompere il loro lavoro questa settimana mentre cadevano su una statua di tipo sfinge, il che dimostra che, che ci piaccia o no, in Egitto, noi letteralmente inciampa nella storia.

La scoperta è avvenuta sul progetto stradale di Al-Kabbash, che collega i complessi dei templi di Luxor e Karnak, risalenti al 1400 aC circa. Tuttavia, la scoperta della statua ha provocato l’interruzione temporanea del sito perché la statua non può attualmente essere spostata.

Abbiamo pochissime informazioni sull’argomento e le foto sono limitate. Secondo il direttore generale delle antichità di Luxor, il dottor Mohamed Abdel Aziz, parlando al sito di notizie Youm , gli operai hanno trovato una statua di un “corpo di leone con una testa umana”, ma non può essere ancora spostato “. a causa della natura dell’ambiente in cui si trova “.

Advertisements
Advertisements

Gli archeologi vogliono preservare la statua senza correre rischi inutili, quindi rimarrà dove è per ora. Tuttavia, se ha davvero il corpo di un leone e una testa umana, le somiglianze con la famosa sfinge mitologica egiziana sono chiare, il che significa che sarebbe stato comandato da qualcuno molto importante da quel momento .

Nell’antico Egitto, la sfinge era considerata un simbolo di regalità, molti faraoni avevano la loro statua incisa sul corpo di un leone, questo simboleggiava la loro stretta relazione con la divinità solare Sekhmet, che, come molti antichi Gli dei egizi avevano una forma animale, nel suo caso una leonessa.

La statua della sfinge più famosa è ovviamente quella che domina le Grandi Piramidi di Giza. Progettato per essere costruito dal faraone Khafre, poiché era governatore ai tempi della costruzione, circa dal 2550 aC al 2450 aC, è lungo 73 metri e alto 20 metri. È anche la più antica e più grande scultura monumentale conosciuta nel mondo.

Sfortunatamente, questa nuova scoperta non è la famosa “Second Sphinx” che molti tabloid britannici hanno segnalato per il loro effetto sensazionale (i titoli sono esattamente ciò che si immagina). Innanzitutto, alcune sfingi sono state scoperte negli anni in questa regione grazie alla sua vicinanza alla Valle dei Re a soli 6 chilometri di distanza.

In secondo luogo, la voce “Second Sphinx” – dato che di solito appaiono in coppia, vicino o opposta – sarebbe stata menzionata dagli antichi egizi, greci, romani e musulmani, sarebbe stata costruita sulla riva opposta del Nilo alla Grande Sfinge, posta lì per rappresentare la linea di demarcazione tra il nord e il sud dell’Egitto.

Tuttavia, questa scoperta è ancora emozionante e aiuta a completare i dettagli degli antichi faraoni egiziani e delle loro civiltà.

Advertisements